viabilita
carbon accreditation
facebook enac
08/07/2011

PRIMA CONVOCAZIONE DEL NUOVO CDA DELLA CATULLO SPA. ALL’ORDINE DEL GIORNO, LE PRIORITA’ DELLA GESTIONE ORDINARIA E LA PRESENTAZIONE DEL TERMSHEET TRA I SISTEMI VERONA-BRESCIA-TRENTO

PRIMA CONVOCAZIONE DEL NUOVO CDA DELLA CATULLO SPA. ALL'ORDINE DEL GIORNO, LE PRIORITA' DELLA GESTIONE ORDINARIA E LA PRESENTAZIONE DEL TERMSHEET TRA I SISTEMI VERONA-BRESCIA-TRENTO

Verona, 8 luglio 2011 – Il nuovo Consiglio di Amministrazione della Catullo Spa, presieduto da Paolo Arena, si è riunito oggi per la condivisione e la definizione delle prossime azioni da intraprendere relativamente alla gestione degli scali del Sistema del Garda

Tra gli argomenti posti all'attenzione del Consiglio sono stati trattati i seguenti punti: l'assetto societario, la presentazione degli organigrammi delle Società del gruppo, il piano di sviluppo relativo all'Aeroporto di Verona

Altro argomento discusso, approvato all'unanimità, ha riguardato la diminuzione dei compensi del Presidente e del Vicepresidente, ridotti del 40% rispetto alla precedente amministrazione su loro proposta.

Un focus particolare è stato dedicato ai contenuti del Termsheet, l'accordo firmato il 31 maggio scorso dai Soci della Catullo Spa in rappresentanza dei Sistemi di Verona, Brescia e Trento, di cui è stato informato il Consiglio. A questo proposito, il Presidente della Camera di Commercio di Verona Alessandro Bianchi e il Presidente della Camera di Commercio di Brescia Francesco Bettoni, con il Vicepresidente della Catullo Spa Pierluigi Angeli, hanno presentato al Consiglio d'Amministrazione della Società e al Presidente della D'Annunzio Spa, Vigilio Bettinsoli, i contenuti del documento.

"Fin dal primo giorno ho indicato quale priorità l'impegno a dialogare con il territorio e a lavorare perché i due Aeroporti siano un'unica società – ha commentato il Presidente Paolo Arena - L'accordo raggiunto dai Soci a fine maggio e presentato oggi al Consiglio d'Amministrazione della Società ha creato le condizioni perché la collaborazione fra i sistemi territoriali sia reale ed efficace. Siamo consapevoli che la ritrovata compattezza nella governance della Società ci offre l'opportunità di poterci relazionare in modo più forte ed unisono con il mercato e lavorare su progetti di sviluppo solidi di lungo periodo."