viabilita
carbon accreditation
facebook enac
14/04/2005

ENAC. CERTIFCAZIONE AEROPORTO

Oggi alla Valerio Catullo S.p.A.verrà consegnato dal presidente dell’Ente Nazionale Aviazione Civile Prof. Vito Riggio e dal direttore dell’ENAC Com.te Silvano Manera, il “Certificato di Aeroporto” che attesta la conformità dello scalo veronese al “Regolamento per la costruzione e l’esercizio degli aeroporti” dell’ICAO, International Civil Aviation Organization.
Questo regolamento, recepito dall’ENAC, introduce, per la prima volta in Italia, la certificazione del gestore aeroportuale. La consegna della certificazione sta ad indicare che la Società “Aeroporto Catullo” ha superato tutte le verifiche per quanto riguarda la sicurezza delle infrastrutture, quella degli impianti e delle operazioni aeroportuali, individuando le relative responsabilità e la ripartizione delle risorse finalizzate alla sicurezza.
L’ENAC, nell’adottare tale Regolamento nell’ottobre del 2003, ha approvato un programma di certificazione per le società di gestione, prevedendo che entro il 2005 dovranno essere certificati tutti gli aeroporti nazionali.
Una volta ottenuta, tuttavia, la Certificazione va mantenuta ed aggiornata secondo quelli che sono i regolamenti nazionali ed internazionali. Per questo la Società “Aeroporto Valerio Catullo” è costantemente impegnata nel mantenere all’avanguardia gli standard di sicurezza dal punto di vista delle strutture, dal punto di vista impiantistico e da quello organizzativo – procedurale a garanzia del mantenimento di un’ottimale qualità dei servizi.
In particolare, l’ottenimento della “Certificazione d’Aeroporto” per il “Valerio Catullo” rappresenta un importante passo in avanti per l’ottenimento della concessione quarantennale che permetterà il potenziamento di un piano di sviluppo del traffico e di investimenti sul lungo periodo.
Oltre alla Società “Aeroporto Valerio Catullo” di Verona hanno ottenuto la Certificazione altri 15 società di gestione aeroporti tra cui la Sea per gli scali milanesi, la SAVE per Venezia, la SAB per Bologna, la SEAP per Bari, la SAGAT per Torino, la SAC per Catania