viabilita
carbon accreditation
facebook enac
05/05/2004

Grande l’estate degli Aeroporti Sistema del Garda

Si presenta ricca di novità la stagione estiva degli Aeroporti Sistema del Garda.

Nonostante il 2004 si sia aperto in uno scenario economico e politico caratterizzato a livello mondiale da grande incertezza, gli operatori del settore aereo/turistico puntano molto sulla stagione entrante per riequilibrare il bilancio dell’intero anno. Anche gli aeroporti di Verona e Brescia presentano, sotto questo auspicio, un programma di grande valenza. E’ previsto infatti un incremento medio del traffico charter del 20%25 rispetto al 2003. Buoni segnali anche sul fronte “linea” che fanno ben sperare in un recupero del traffico domestico, che in questi ultimi mesi ha subito una certa flessione.
Nel dettaglio Verona conferma i principali collegamenti nazionali e internazionali di linea, incrementando le frequenze su Palermo, Vienna e Londra Gatwich, e presentando alcune novità:
  • 4 voli settimanali per Lamezia Terme operati da Meridiana, novità assoluta per lo scalo veronese;
  • 4 collegamenti settimanali per Chisinau, capitale della Moldavia, operati da Air Moldavia e da ClubAir, che incrementano ulteriormente la copertura dell’area balcanica così legata al territorio veneto;
  • 2 frequenze settimanali per Firenze effettuati da ClubAir come scalo intermedio sulla rotta dei Balcani;
  • 4 rotazioni settimanali per Amsterdam, operati dalla compagnia aerea low cost BasiqAir, che da aprile stanno ottenendo un buon riscontro dal pubblico del Catullo.

  • Nel settore charter, tradizionalmente dedicato alle vacanze, l’aeroporto di Verona intende ribadire anche per il 2004 la propria posizione di leader nel nord Italia. E’ infatti confermata la programmazione dello scorso anno, con il Mar Rosso la Tunisia e le Baleari in testa alla classifica delle preferenze, mentre tre nuove destinazioni turistiche aprono nuove opportunità per i viaggiatori:
  • Lemnos, che completa la già ampia offerta turistica sulla Grecia;
  • Bodrum, che riapre il collegamento con la Turchia dopo lo stop causato dalla guerra nel vicino Afghanistan;
  • Vilnjius, capitale della Lituania, che collega nuovi mercati a seguito del recentissimo allargamento della UE.

  • Diverso ma altrettanto positivo lo scenario relativo al Gabriele D’Annunzio, che sta vivendo una fase meritatamente stabile dal punto di vista dell’operatività ma di grande sviluppo in quanto a collegamenti e passeggeri: %2B33%25 nei primi tre mesi del 2004.
    Ottime prospettive quindi per la stagione estiva anche nella programmazione dello scalo lombardo.
    La compagnia aerea AirAlps, che opera con successo da febbraio i collegamenti Brescia-Roma, effettuerà per il periodo estivo cinque voli settimanali per Olbia e uno per Alghero, mete turistiche ambite dall’utenza bresciana.
    Si attendono inoltre per l’estate circa 350 voli charter, con un incremento del 20%25 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.
    Buona parte del merito va al Tour Operator Ventaglio che ha nuovamente scelto di operare da Montichiari i collegamenti per Sharm el Sheikh e Maarsalam sul Mar Rosso e per Ibiza, incrementando l’offerta turistica per i clienti dell’area bresciana.
    La vera novità nel settore charter al D’Annunzio è rappresentata dai tre voli settimanali da/per Mosca-San Pietroburgo operati da Teorema, Turisanda e Metamondo, con i quali lo scalo di Montichiari consolida la propria posizione di leader nei collegamenti con il mercato russo.
    A questo si aggiunge anche una doppia frequenza settimanale (regular charter) per Leopoli, destinazione che movimenta il traffico etnico da e per tutto il nord Italia e conferma la tradizione del D’Annunzio verso i paesi dell’est europeo.

    "Grazie all'ampliamento offerto dai programmi appena esposti e al continuo lavoro e impegno profuso alla ricerca di un servizio sempre più completo e ricco per la nostra clientela, ci attendiamo di concludere in positivo il bilancio dell’anno in corso per i nostri aeroporti" commenta il Direttore Commerciale degli Aeroporti di Verona e Brescia, Dott. Umberto Solimeno.