viabilita
carbon accreditation
facebook enac
18/02/2011

AEROPORTO DI VERONA 2011: VISION E RISULTATI

AEROPORTO DI VERONA 2011: VISION E RISULTATI .

Milano, 18 febbraio 2011 – Il Direttore Generale Massimo Soppani ha presentato oggi, in Conferenza Stampa, in occasione di BIT – Borsa Internazionale del Turismo, presso lo stand della Regione Veneto, i risultati del 2010 e le proiezioni sull’anno. In particolare, sono stati illustrati i risultati positivi di traffico degli ultimi mesi (+26,57% a gennaio e +30,59% la prima settimana di febbraio), lo stato di avanzamento del piano di sviluppo e i nuovi accordi commerciali che interesseranno la programmazione voli per la prossima stagione estiva.

L’Aeroporto di Verona è stato protagonista, nell’ultimo anno, di una profonda trasformazione, strategica ed infrastrutturale, secondo le linee guida del piano di sviluppo, che ha determinato il raggiungimento, già nel 2010, di importanti risultati. Si guarda con attenzione ad alcuni segnali di ripresa dello scenario nazionale e locale, che interessano sia il mercato turistico in cui si opera (arrivi internazionali in Italia +1,2%) sia l’economia del bacino di riferimento (Verona: + 5,08% arrivi turistici; + 21% export nel 2010 rispetto 2009)

Oggi Verona collega 150 destinazioni attraverso le oltre 30 Compagnie Aeree che operano sullo scalo.

Per i volumi di traffico che già movimenta e nella prospettiva di crescita futura, il Catullo ha raggiunto caratteristiche tali da determinare la sua entrata in Assoclearance dal 1 gennaio 2011, acquisendo gli standard nella pianificazione dell’operatività dei voli, a cui sono attestati i maggiori scali. Questo consentirà una migliore gestione del traffico, anche attraverso la sincronizzazione delle attività operative tra i vari aeroporti associati.

Inoltre, dalla scorsa estate il servizio di controllo del traffico aereo del CTR Garda è stato preso in carico da Enav (Ente Nazionale Assistenza al Volo). L’Aeronautica militare, dopo un periodo di affiancamento, ne ha ceduto infatti il controllo al personale civile. Questo ha comportato un incremento della capacità dell’aeroporto veronese a beneficio dei vettori.