viabilita
carbon accreditation
facebook enac
24/10/2008

IL CATULLO AMICO DELL’ARTE E DELLA TERRA MANTOVANA

Si è tenuto oggi in aeroporto l’incontro di presentazione delle iniziative promozionali assunte congiuntamente dell’Aeroporto Valerio Catullo e dalla Provincia di Mantova in occasione della mostra “Matilde di Canossa. Il Papato, L’impero. Storia, arte e cultura alle origini del romanico”. Grazie allo storico rapporto che lega la terra Mantovana all’aeroporto di Verona e alla lungimirante intuizione dell’assessorato alla Cultura e al Turismo della provincia mantovana, lo scalo è stato considerato veicolo promozionale ideale per la prestigiosa esposizione, in scena presso la Casa del Mantegna dal 31 agosto 2008 al 11 gennaio del prossimo anno. I passeggeri in partenza dal Catullo in questo periodo ricevono al momento del check-in una carta d’imbarco, che oltre a riportare l’immagine della mostra, consente di ottenere l’ingresso all’esposizione ad un prezzo ridotto. Questa iniziativa, unica nel suo genere, sta riscuotendo un notevole apprezzamento da parte dei viaggiatori, sempre più attenti al valore aggiunto che possono ottenere anche da un semplice viaggio in aereo. L’amministrazione provinciale di Mantova si propone quindi come apripista di un sistema di promozione congiunto che ha come perno lo scalo di Verona. “Vogliamo rafforzare il legame tra il nostro territorio e il Catullo – ha detto l’assessore provinciale al Turismo Roberto Pedrazzoli - per valorizzare al meglio le nostre offerte culturali e enogastronomiche di eccellenza. In prospettiva, stiamo quindi pensando all’allestimento di uno spazio permanente che accolga i viaggiatori direttamente al loro sbarco in aeroporto”. Il presidente della Catullo, Fabio Bortolazzi, ha espresso il proprio favore all’operazione dichiarando: “L’idea dell’aeroporto come vetrina delle attività culturali ed economiche del territorio è da sempre un caposaldo del mio pensiero e si inserisce nella più ampia volontà di far lavorare in modo sinergico e dinamico tutti i centri vitali della nostra area di riferimento”. La mostra sulla vita di Matilde di Canossa è presente anche con un totem presso il terminal arrivi e sulla home page del sito web dell’aeroporto, uno strumento di informazione che negli anni ha acquistato sempre più popolarità tra gli utenti dell’aeroporto, soppiantando, per certi versi, i canali tradizionali e raggiungendo il milione di contatti in un anno. Presente all’incontro odierno anche Andrea Prando, consigliere di amministrazione della Catullo e da qualche mese amministratore unico di Cuore d’Italia, la società di marketing territoriale creata dal Sistema aeroportuale del Garda per promuovere il turismo incoming verso l’area del Garda e di cui fa parte anche la provincia mantovana. “Ritengo di fondamentale importanza – ha commentato Prando - il fatto che l’aeroporto, sfruttando la sua natura interregionale, faccia da volano alle iniziative culturali del territorio, andando oltre la sua originale vocazione di servizio al trasporto aereo”.