viabilita
carbon accreditation
facebook enac
29/05/2006

CATULLO. APRE DOMANI IL TERMINAL ARRIVI

Saranno i passeggeri provenienti da Nantes a inaugurare domani, 30 maggio 2006, la stazione arrivi dell’aeroporto Valerio Catullo di Villafranca. Dopo la presentazione ufficiale della struttura avvenuta la settimana scorsa ad opera del presidente Fulvio Cavalleri, del viceministro ai Trasporti Cesare De Piccoli e del vicepresidente della Regione Veneto Luca Zaia, domani è la giornata di apertura al pubblico del nuovo terminal veronese che avvia operativamente la propria attività con il raddoppio degli spazi di accoglienza nel settore degli sbarchi nazionali e internazionali. I viaggiatori approderanno in una struttura completamente nuova di 6.500 metri quadri che darà al Catullo la possibilità di sviluppare la propria capacità di accoglienza da due milioni 700 mila a quattro milioni di passeggeri. A loro disposizione troveranno cinque nastri per la restituzione dei bagagli per accorciare i tempi di attesa, sei postazioni per il controllo dei passaporti, negozi, bar, uffici per le informazioni, il noleggio auto, il servizio lost %26 found, il cambio valute, le postazioni promozionali della Provincia e della Camera di commercio, la sala per il cerimoniale di Stato. “KISS %26 GO” GRATUITO All’esterno dei due terminal arrivi e partenze è stata predisposta una prima revisione della viabilità a cui seguirà “un progetto completo e innovativo previsto per il prossimo autunno” come anticipa il direttore delle Infrastrutture del Catullo, coordinatore degli interventi, Ing. Antonio Zerman. Per rendere più fluido il traffico interno, già da ora sono in funzione due nuovi parcheggi dedicati al “kiss %26 go”: 15 minuti gratuiti per il carico e scarico di passeggeri e bagagli, collocati giusto davanti alle due stazioni degli arrivi e delle partenze. LAVORI IN CORSO ALLE PARTENZE Sempre domani, partono i lavori per lo sviluppo della stazione partenze che ha ora la possibilità di occupare tutto lo spazio lasciato libero con il trasferimento degli arrivi. Entro il 20 giugno saranno messi a disposizione dei passeggeri mille metri quadri in più di servizi con quattro nuovi gate di imbarco e un’area riservata al gioco dei bambini. In seguito proseguirà la ristrutturazione completa dell’edificio storico del Catullo che, con una spesa di 10 milioni di euro, aumenterà il numero dei check-in dagli attuali 30 a 50, l’estensione delle sale di imbarco da 1400 a 3000 metri quadri mentre le aree commerciali passeranno da 2200 a 3700 metri quadri.