viabilita
carbon accreditation
facebook enac
02/12/2009

PROVE DI SICUREZZA IN AEROPORTO

Si è svolta nella notte tra il 27 e il 28 novembre al Catullo di Villafranca l’esercitazione di simulazione dell’emergenza aeronautica denominata “Sirmione 2009”. L’allarme è scattato per testare il buon funzionamento del piano generale di emergenza e per verificare la capacità di coordinamento delle operazioni di soccorso in caso di incidente aereo. La simulazione ha previsto la messa in scena di un vero e proprio incidente, con circa 150 partecipanti tra personale operativo, equipaggio del volo, figuranti (viaggiatori e parenti in attesa), osservatori e coordinatori. L’emergenza è scattata intorno a mezzanotte quando l’aeromobile Boeing B737-300 messo a disposizione dalla compagnia Air Italy ha simulato l’uscita di pista. L’aeromobile è stato prontamente raggiunto dai mezzi dei vigili del fuoco e tutti gli occupanti dell’aereo - comparse messe gentilmente a disposizione dalla Croce Rossa Italiana – sono stati selezionati in base alle condizioni sanitarie (simulate con trucchi di scena) e portati ad una postazione medica avanzata (PMA) appositamente allestita nei pressi dell’incidente. Contestualmente il SUEM 118 Verona Emergenza faceva pervenire sul posto diverse ambulanze provenienti dalla Provincia di Verona. La regia e il coordinamento degli interventi veniva assunto da Vigili del Fuoco, Direzione sanitaria e Polizia; in aeroporto si costituiva un Centro Operativo di Emergenza (sala crisi), mentre all’interno dell’aerostazione venivano attivati il punto di ricongiungimento familiari e l’area per la raccolta dei superstiti. Alle operazioni – chiuse attorno alle 2 – hanno preso parte i rappresentanti della Società di gestione con il ruolo di coordinamento, il personale Avio Handling, ENAC, Aeronautica Militare, Polizia di frontiera, Guardia di finanza, Corpo forestale dello Stato, Vigili del fuoco, Croce Rossa Italiana e il Servizio di urgenza e di emergenza medica (SUEM) del 118 Verona Emergenza che sovrintende il soccorso sanitario. L’esercitazione descritta – prevista dalla normativa nazionale e internazionale - è il momento culminante di verifica dell’attività di esercitazione periodica che la società di gestione aeroportuale e gli enti stato preposti conducono su base mensile. Una simulazione analoga a quella qui esposta si è svolta anche presso l’aeroporto Gabriele D’Annunzio di Brescia lunedì 30 novembre 2009. La società di gestione aeroportuale ringrazia tutti gli enti intervenuti per la disponibilità dimostrata anche in questa occasione.