viabilita
carbon accreditation
facebook enac
12/04/2008

DAGLI SCALI DEL GARDA, PRIMAVERA E ESTATE IN VIAGGIO

Al mare in Marocco, Grecia, Zanzibar, Tunisia e un “fly & pray” per Lourdes

Il periodo migliore per visitare la regione berbera di Oujda è l’estate: in questa zona del Marocco nordorientale, a un passo dall’Algeria, piove poco e il calore non supera in genere i 33 gradi, così da rendere gradevole la vita di spiaggia nella vicina Saidia o i viaggi itineranti all’interno del Paese. Da quest’anno, oltre a Marrakech e Agadir, anche il nord del Marocco è raggiungibile direttamente dal Valerio Catullo di Verona Villafranca, ogni martedì a partire dal prossimo 10 giugno.
   Accanto a Oujda, per la primavera e l’estate, lo scalo apre a nuove rotte: importante la connessione diretta con Madrid in partenza il 21 aprile con Meridiana con cadenza trisettimanale: una buona opportunità non solo per la visita alla capitale spagnola – con tariffe a partire da 71 euro per tratta – ma anche come utile base per le destinazioni transoceaniche. La Sardegna, meta tradizionale del Catullo, si fa ancora più vicina con i nuovi voli Air Italy per Alghero e Olbia che, a partire dal 30 maggio, si aggiungeranno a quelli di Air Dolomiti e Meridiana. Olbia, con Roma, Napoli e Crotone, è raggiungibile con tre voli a settimana anche dallo scalo bresciano, grazie ai collegamenti sponsorizzati da Air Bee.
  Dopo la pausa invernale, sono già ripartiti i collegamenti di linea con Brema di Ryanair e con Colonia/Bonn di Germanwings quattro volte alla settimana.  Dal 16 aprile, Ryanair riprende il collegamento con Francoforte Hahn e poi sarà la volta di Wind Jet con le destinazioni San Pietroburgo e Mosca.  Sempre con i voli di linea si può andare a Amsterdam, Barcellona, Monaco, Parigi, Vienna e Londra. La capitale del Regno Unito è raggiungibile anche da Brescia-Montichiari con il volo giornaliero di Ryanair.
   Come spiega il direttore commerciale, Umberto Solimeno, il programma dei voli charter per l’estate propone viaggi nelle isole di Sal e Boavista a Capo Verde, a Larnaca sulla costa sud est di Cipro, nelle località egiziane del Cairo, El Alamein, Hurgada, Luxor, Marsaalam, Marsa Matrouh e Sharm el Sheikh; raggiungibili con i charter anche Tallin in Estonia e Vilnius in Lettonia. 
Dal 23  maggio, sarà attivo un volo settimanale per Lourdes: una sorta di “fly & pray” per i pellegrini non più costretti a interminabili viaggi in pullman. Sia dal Catullo che dal D’Annunzio di Brescia si può inoltre raggiungere Tel Aviv in Israele per turismo o pellegrinaggio religioso.
Nutrita anche quest’anno l’offerta di collegamenti per la Grecia; da Verona sarà possibile infatti atterrare nelle isole di  Kos, Karpathos, Mykonos, Santorini, Rodi, Samos, Creta e Skiatos. Queste ultime due isole sono raggiungibili anche dal D’Annunzio di Brescia, rispettivamente il lunedì e il sabato a partire da giugno. Confermati i collegamenti con Porto Santo in Portogallo, con le Canarie (Tenerife, Fuerteventura, Lanzarote, Gran Canaria), con le Baleari (Ibiza, Minorca, Palma di Maiorca) e con Malaga.
Dal Catullo si approda direttamente alle spiagge di Mombasa in Kenia e di Zanzibar in Tanzania, mentre già da maggio sono attivi i collegamenti con Djerba, Tunisi,  Monastir e Tabarka in Tunisia e con quattro aeroporti della Turchia: Istambul, Antalya, Bodrum e Izmir.
Per gli appassionati dei paesi dell’est, c’è il collegamento charter tra Verona e Samarcanda in Uzbekistan, con Erevan in Armenia, con Mosca e San Pietroburgo.
Infine si attivano nel periodo estivo anche i charter verso i luoghi di vacanza italiani: Cagliari, Crotone, Lamezia Terme, Lampedusa, Olbia e Tortolì.

   ll presidente del Catullo, Fabio Bortolazzi, sottolinea la crescente domanda di servizi per il business e per il turismo proveniente dal bacino degli Aeroporti del Garda, tendenza confermata anche dai dati sull’andamento del traffico nei primi tre mesi dell’anno: tra gennaio e marzo i passeggeri in partenza da Verona sono cresciuti del 9 per cento rispetto al 2007 e del 23 per cento dal 2006, con un ottimo andamento dei voli internazionali di linea (più 29 per cento). Nel solo mese di marzo, il movimento è salito del 30 per cento rispetto a due anni fa, registrando un’impennata dei voli nazionali, dedicati soprattutto agli spostamenti di lavoro. Anche lo scalo bresciano segnala una ripresa del traffico nei primi tre mesi del 2007. Grazie ai nuovi collegamenti operati da ItAli Airlines in collaborazione con Air Bee i passeggeri sono cresciuti del 28 per cento nel mese di febbraio e del 20 per cento in marzo.