viabilita
carbon accreditation
facebook enac
06/07/2007

L’Armenia rilancia nel mercato italiano

L’agenzia per il turismo dell’Armenia, Armenian Tourism Development Agency(ATDA),prosegue la sua campagna di investimenti nel mercato italiano dopo il successo ottenuto con la partecipazione alle importanti fiere di settore BIT e GLOBE, dove l’ATDA e otto tour operator armeni hanno incontrato numerosi agenti e operatori turistici. Notevole interesse è stato dimostrato anche dalla stampa, che ha dato ampia copertura alle iniziative di questo piccolo paese che sta emergendo come nuova destinazione nel mercato turistico italiano. Il piano per la promozione dell’Armenia in Italia, coadiuvato dalla consulente di marketing turistico Nadia Pasqual, prosegue ora con l’organizzazione di un viaggio stampa e di un educational in Armenia che avranno luogo in giugno. Durante i due tour, giornalisti e operatori turistici italiani avranno modo di conoscere questo paese dalle origini leggendarie, facendo base nella vibrante capitale Yerevan, e di incontrare le autorità armene ed i corrispondenti locali specializzati nel mercato italiano.

Gli armeni, un popolo antico che abita una terra antica, chiamano l’Armenia “Hayastan” e se stessi “Hai”. Popolazione originaria della terra dell’Ararat, gli armeni hanno forgiato la loro identità nazionale con l’emergere dei potenti regni armeni nell’antichità, l’adozione del cristianesimo come religione di stato nel 301 d.C. e la creazione dell’originale alfabeto armeno nel quinto secolo, che favorì lo sviluppo della letteratura, della filosofia e della scienza. Testimonianze storiche ed archeologiche evidenziano lo sviluppo della civiltà in questa regione con la formazione del Regno di Urartu, citato anche nella Bibbia, attorno al 980 a.C.

Dopo travagliate vicissitudini storiche, l’Armenia sta diventando una meta turistica di grande richiamo internazionale. La stabilità politica degli ultimi anni ha permesso lo sviluppo di un’economia e di un’industria turistica in grande espansione. La ricchezza del patrimonio culturale, storico ed artistico in un territorio maestoso fatto di spettacolari montagne, valli, altipiani e foreste attraggono ogni anno turisti datutto il mondo. Il periodo migliore per visitare il paese va da aprile a ottobre, quando il clima va da fresco a molto caldo, a seconda dei periodi e delle zone. Il Lago Sevan, situato a 1.900 m. di altitudine circondato da montagne maestose, è sicuramente uno dei luoghi più freschi e rilassanti dopo la visita dei numerosi siti monastici per i quali l’Armenia è famosa.

L’Italia, a differenza degli altri grandi stati europei, segna un numero ancora limitato di visitatori, con circa 8.000 presenze stimate nel 2006. Quello italiano è un mercato tutto da sviluppare, ma che mostra promettenti segnali di interesse e iniziative speciali come il lancio di una rotazione charter a settembre da parte del tour operator di Mestre Metamondo, tra i primi a pubblicare l’Armenia nei suoi cataloghi. Tour culturali, archeologici, religiosi e naturalistici sono offerti dai maggiori tour operator italiani, che ora l’attività dell’ATDA intende supportare offrendo il suo patrocinio a future iniziative intese a far conoscere la destinazione ad un maggior numero di viaggiatori italiani. Per informazioni:www.armeniainfo.am