viabilita
carbon accreditation
facebook enac
21/07/2014

PERFORMANCE POSTIVA PER GLI AEROPORTI DEL GARDA NEL SECONDO TRIMESTRE

                                                    

                                                                                                                                                     Comunicato Stampa

PERFORMANCE POSTIVA PER GLI AEROPORTI DEL GARDA
NEL SECONDO TRIMESTRE

Verona: traffico passeggeri in aumento nel periodo aprile-giugno (+5%),
con traffico di linea a +10%

Brescia: movimentazione merci in crescita del 29%  
(+11% nei primi sei mesi del 2014)



 Verona, 21 luglio 2014 – Gli aeroporti di Verona e Brescia, gestiti da Catullo Spa,  registrano una performance positiva stabile del traffico passeggeri a Verona e delle merci nell’aeroporto di Brescia nel secondo trimestre dell’anno, dopo l’andamento altalenante degli ultimi mesi che riflette la crescita discontinua e diversificata a seconda dei segmenti di traffico registrata anche dalla IATA  (The International Air Transport Association) a livello globale.
Aeroporto di Verona
Nel mese di giugno, con oltre 330 mila passeggeri trasportati, l’aeroporto di Verona ha registrato un incremento del traffico pari al 2% rispetto allo stesso mese del 2013, proseguendo il trend positivo avviato ad aprile (+8,8%) e confermato a maggio (+6,7%). Il secondo trimestre si chiude quindi con una movimentazione di oltre 760 mila passeggeri, in crescita del 4,9% rispetto all’anno precedente.
Nel trimestre i voli di linea hanno movimentato 609 mila passeggeri, con un crescita del 10,4% rispetto al 2013. A tale risultato hanno contribuito in modo significativo i 17 nuovi voli nazionali e internazionali che, a partire dall’avvio della stagione estiva, hanno ampliato l’offerta dell’aeroporto di Verona. In particolare, nel mese di giugno sono entrate in servizio 6 nuove tratte (Barcellona, Crotone, Edimburgo, Ginevra, Leeds e Zurigo); il quadro si è appena completato con l’avvio dei collegamenti con Zante e Mostar. Continua invece la flessione del segmento charter (-24,8% a giugno; -11,2% nel trimestre), che sconta il risultato negativo dei collegamenti con l’Egitto (-46% nel mese di giugno) a causa della persistente instabilità del Paese. La sospensione dello sconsiglio della Farnesina del 17 luglio scorso potrebbe consentire la ripresa del traffico per Sharm El Sheikh.
Per quanto riguarda le destinazioni, nel trimestre la maggior parte del traffico passeggeri si è concentrato su voli internazionali (oltre il 70% del totale), che hanno registrato una crescita superiore al 9%, più che compensando la flessione registrata dai collegamenti nazionali (-3,2%). Con 1.267.084 passeggeri movimentati, i primi sei mesi del 2014 si chiudono invece in leggera flessione (-1,7%) rispetto allo stesso periodo del 2013.
Aeroporto di Brescia
Nel secondo trimestre dell’anno Brescia Montichiari ha movimentato oltre 13,5 mila tonnellate di merci, registrando un forte incremento rispetto allo stesso periodo del 2013, +28,9%, grazie soprattutto al considerevole aumento di traffico gestito a maggio, in corrispondenza del trasferimento di voli merci e charter da Orio al Serio. In quel mese infatti il D’Annunzio ha ospitato oltre 500 voli cargo. I risultati del trimestre hanno contribuito alla crescita del traffico merci registrato nella prima metà dell’anno, pari all’11% (22,4 mila tonnellate). Nel trimestre l’aeroporto ha movimentato 7 mila passeggeri, prevalentemente voli executive e voli charter, che nei primi sei mesi dell’anno hanno raggiunto quota 11,2 mila, con una crescita del 38% rispetto al primo semestre dell’anno passato.

Per ulteriori informazioni:
Sara Biasi
Responsabile Relazioni Esterne e Stampa
Garda Aeroporti - Verona e Brescia
tel +39 045 8095784
mail sbiasi@aeroportoverona.it
www.aeroportidelgarda.it